IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI ANNI 18. GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA. Consulta le probabilità di vincita sul sito www.aams.gov.it
PORTALE GESTORI ACCEDI
Codere Training

Codere Training

La piattaforma a distanza per la formazione degli operatori di gioco
Codere ha presentato al Palazzo dell’Informazione di Roma, lo scorso 13 settembre, la sua piattaforma a distanza per la formazione degli operatori di gioco. Codere Training vuole essere uno strumento di formazione e informazione rivolto agli operatori di gioco legale collegati alla rete Codere Network e operanti nelle sale proprie e gestite da terzi. Attraverso una serie di moduli formativi, la piattaforma si rivolge a quanti più operatori possibili.  Moderati da Gerardo D’Amico, giornalista di Rai News 24, al tavolo dei relatori si sono seduti esperti del settore ed esponenti del Governo centrale oltre a Alejandro Pascual, A.D. Codere Italia che ha dichiarato:
“L’obiettivo di questa presentazione è fare un passo in avanti in quella che è la nostra attività di formare con responsabilità. Un obiettivo portato avanti, non solo da Codere, ma da tutto il settore. Siamo convinti da sempre, occupandoci di gioco da più di 40 anni, che sia necessaria una formazione mirata su come approcciare i giocatori e individuare quelli problematici. La piattaforma online risolve inoltre tanti problemi. Renderla fruibile a distanza vuol dire venire incontro alle difficoltà di spostarsi degli operatori. La piattaforma sarà aperta ai clienti trade di Codere ed ai loro collaboratorie naturalmente gratuita. Lavorare sull’informazione e sulla formazione vuol dire contribuire effettivamente alla riduzione e al contenimento del fenomeno del gioco patologico. Non sono queste le uniche azioni da mettere in pratica, ma sono quelle con le quali si deve operare insieme al Governo per ottenere dei risultati contro il gioco patologico, molto più di quanto non facciano azioni di puro proibizionismo”.
E’ bene ricordare che l’operatore di sala non è uno psicologo ma può ugualmente essere messo nella condizione di riconoscere lo stato di difficoltà del cliente, leggendone i comportamenti.
I primi segnali individuabili possono essere, tra gli altri, l’irrequietezza e la rabbia. A questo punto interviene la valutazione dell’atteggiamento del corpo: occhi puntati sullo schermo piuttosto che fissi nel vuoto. E non ultima, l’analisi della postura.
Una volta “riconosciuto” il soggetto, l’operatore deve mettersi in una modalità di ascolto empatico, priva di giudizio, ed essere pronto a qualsiasi tipo di reazione. I moduli della piattaforma, raggiungibile all’indirizzo www.coderetraining.it e attraverso i siti di Codere Italia e di Codere Network, sono distinti tra “Legal Training” e “No GAP Training”, e trattano argomenti quali la storia del gioco legale in Italia, la complessità del sistema normativo e procedurale e affrontano anche l’etica e la responsabilità dell’operatore di gioco. Altri definiscono invece il gioco d’azzardo patologico, i diversi tipi di giocatore, la prevenzione in sala e le linee di intervento sul soggetto. Alla piattaforma ha contribuito direttamente anche il Prof. Gabriele Lizzani, Psicologo del lavoro e delle organizzazioni che ha dichiarato: “La formazione online rappresenta una grande opportunità perché consente di coinvolgere tantissime persone, veicolare i contenuti che desideriamo e verificare l’apprendimento rispetto alle tematiche erogate dal corso. Codere Training è una piattaforma che trae ispirazione dall’ e-learning delle grandi aziende, con una struttura in grado di rispondere e formare circa 6000 persone. Abbiamo la grande opportunità, tramite i nuovi sistemi multi-canale Pc e smartphone, di arrivare alle persone, di coinvolgere concretamente la filiera del gioco e di costruire nel futuro una nuova consapevolezza negli operatori rispetto al loro ruolo”.
La bontà dell’iniziativa è stata condivisa anche dall’Onorevole Paola Binetti: “Alla competizione, per cui chi vuol vincere affronta il gioco con un vero e proprio accanimento, e chi presidia una sala gioco è interessato soprattutto al profitto serale, il progetto Codere vuole sostituire un diverso approccio tra operatore e giocatore: una sorta di formazione on the job. Un progetto importante con l’obiettivo di mettere in moto un diverso modo di giocare. Questa filosofia, formare operatori di gioco consapevoli capaci di relazionarsi nel proprio lavoro partendo da concetti fondamentali quali la responsabilità, la professionalità, la trasparenza, l’innovazione e l’eccellenza, appare controcorrente e proprio per questo rientra tra i progetti innovativi nel settore educativo, i cui effetti dovranno essere attentamente analizzati e valutati”.
Alla presentazione era presenta come relatore anche il Senatore Franco Mirabelli: “La piattaforma Codere mette all’attenzione un tema decisivo. Parliamo spesso di riduzione dell’offerta del gioco ma è chiaro che bisogna costruire anche altro: maggiori forme di contrasto alle infiltrazioni criminali, il problema della ludopatia ma c’è anche il tema della prevenzione e della tutela delle famiglie. Questa iniziativa di Codere stabilisce un principio importante che come legislatori dovremo affrontare, che è quello della responsabilità sociale degli operatori rivolta alla prevenzione. Avere sistemi di gioco, ma soprattutto operatori che favoriscono il gioco responsabile, diventa prioritario e deve essere uno dei punti necessari e indispensabili in una normativa di riordino del settore. Operatori formati su un modello di questo tipo, direi pioneristico, in grado di capire cosa succede a una persona, intervenire, segnalare e dare una mano penso che possa essere utile e, a regime, anche obbligatorio”.
I lavori dell’incontro sono stati chiusi dal Sottosegretario all’Economia, On. Pier Paolo Baretta. Oltre a intervenire sulla questione della riduzione complessiva degli apparecchi, l’On.Baretta si è confrontato direttamente con l’A.D. di Codere Italia Alejandro Pascual che ha chiesto di coinvolgere i grandi operatori del gioco nel dibattito con il Governo. “Il rapporto con gli operatori in questi ultimi anni è stato molto positivo e ha viaggiato in parallelo ai momenti istituzionali. Mi aspetto che anche loro introiettino le questioni emerse e ci aiutino nelle soluzioni tecniche, mettendo in prima fila: attenzione al sociale, lotta alla criminalità e attenzione alle entrate. La tecnologia ci può consentire di avere delle segnalazioni rispetto all’andamento del gioco per quanto riguarda gli eccessi, ed è quindi in grado di ridurre il gioco compulsivo, ma dobbiamo anche essere rispettosi dell’esigenza di business. Questo ci aspettiamo dagli operatori: un ruolo attivo nella gestione di questa riforma”.
All’incontro hanno preso parte anche giornalisti specializzati, dirigenti della filiera ed esperti di gioco. 

   


Codere Training

loading...





 
IL GRUPPO CODERE IN ITALIA
SCOPRI DI PIÙ
Codere Network S.p.A.
(Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di Codere Italia S.p.A) Via Cornelia, 498 - 00166 - Tel. +39 06 612 551
P.Iva 08102471003 Privacy Policy
Hosting TITANKA! Spa - Copyright © 2016